Capita quotidianamente di imbattersi in persone che si reputano il centro gravitazionale di ogni cosa o persona gli sia attorno. Sono quelle persone che leggono la realtà a partire unicamente dal loro sguardo.

Purtroppo esse non capiscono come in realtà il centro di tutto sia uno ed Uno solo e che noi possiamo unicamente fregiarci del titolo di creature, e non certo di quello di creatore. La frustrazione di queste persone raggiunge il culmine quando tastano con mano che il resto dell’universo creato non è in attonita contemplazione del loro operato o in estasiato ascolto delle loro parola. Allora nel migliore dei casi vivono una fase depressiva, nel peggiore (e più infantile) attribuiscono la colpa al resto del mondo, evidentemente colpevole di poco interesse nei loro confronti.

Alla radice di tutto questo vi è una carenza di Umiltà che è capace di annidarsi anche in coloro che del servizio e della disponibilità fanno un loro vanto.

Categories: Pensieri

0 thoughts on “Il centro di tutto”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Related Posts

Pensieri

Cercare amicizie improbabili

Come Chiesa alle volte siamo proprio fantastici! Pur di sentire di avere ancora un poco di influenza sulla res publica cerchiamo amicizie improbabili. Però quanto è vero che la storia è magistra vitae tanto più Read more…

Pensieri

Assenza di prossimità 

Mentre attendo in confessionale che qualcuno venga a confessarsi per Pasqua mi interrogo su quanto sia assente la prossimità in quelle che noi chiamiamo comunità cristiane. Assenza di prossimità che si tasta con mano nel Read more…

Pensieri

Un pensiero sulla vita della comunità…

Mi sorge spesso la domanda, come sacerdote, circa quale tipo di rapporto ci debba essere con la propria comunità. Sicuramente un rapporto di servizio a partire dal mandato che il vescovo conferisce, poi un rapporto di corresponsabilità specialmente Read more…